Torniamo a parlare di assemblee di cittadini: restano pochi mesi per raggiungere le 50 mila firme necessarie a depositare la proposta di legge. Qui a Mogliano Veneto sarà possibile firmare questa domenica 30 gennaio, dalle ore 15 alle 17, presso la sala del quartiere Est (in galleria Aldo Moro). E’ davvero un’occasione da non perdere per dare un contributo concreto alla rivitalizzazione della nostra democrazia.

Se vi state chiedendo cosa siano le assemblee di cittadini, vi invito a leggere questo breve articolo. In estrema sintesi, sono uno strumento che coinvolge cittadini comuni per discutere e trovare soluzioni condivise su temi di interesse generale (la transizione energetica, la tassazione, i diritti civili, le grandi opere ecc.).

Perché ne abbiamo bisogno? Le ragioni sono molte (qui le analizziamo più a fondo), ed uno spunto può venirci pure dalla recente attualità. Mi riferisco all’elezione del Presidente della Repubblica. Ho letto sul recente sondaggio che il 75% dei lettori non ritiene “adeguato e trasparente” il processo attraverso il quale i parlamentari vanno a scegliere il Capo dello Stato. E’ una posizione che condivido: vedere i nostri rappresentanti dibattersi in questo grottesco gioco di ruolo mi riempie di rabbia e frustrazione. E’ questa una piena espressione della democrazia? E’ questo il sistema nel quale i cittadini dovrebbero sentirsi rappresentati?

Non vogliamo fare benaltrismo. Vogliamo portare un’alternativa che è decisamente meno utopica di quanto potrebbe sembrare. E’ infatti un’alternativa che in diversi luoghi sta già diventando realtà: mentre i nostri parlamentari giocano con le figurine, in diversi paesi europei si sta tenendo la “Conferenza sul futuro dell’Europa”, con una serie di eventi che mirano a riavvicinare i cittadini alle istituzioni europee. Tra questi eventi, è stato dato grande rilievo proprio alle assemblee di cittadini, sperimentate con successo in Francia e Polonia. In queste assemblee i cittadini hanno elaborato 64 raccomandazioni su temi che spaziano dall’ambiente alla salute, tutte approvate da oltre il 70% dei partecipanti. Ne parla in questo articolo Lorenzo Mineo, promotore con Marco Cappato della proposta di legge sulle assemblee di cittadini.

Abbiamo così l’ennesima prova dell’efficacia di questo strumento, con il quale potremmo rinnovare davvero la nostra democrazia.

Non sprechiamo questa occasione, non limitiamo la democrazia alle elezioni: firmiamo per le assemblee di cittadini!

Previous article“…troppo presto sono diventato grande…”
Next articleCoralli dalle serpi
Mi chiamo Samuele, ho 20 anni, vivo a Mogliano e sto frequentando la facoltà di ingegneria per l’ambiente a Padova. Ho frequentato il liceo scientifico G. Berto. Da un anno sono attivista nel gruppo Fridays For Future e “Ribelliamoci all'estinzione” Mogliano. Ho iniziato alla scuola media ad informarmi su alcuni problemi ambientali, ma oggi ho capito come essere informati non sia più sufficiente; per me infatti l’attivismo è l’unico mezzo per alleviare la mia frustrazione per la spregiudicata distruzione della natura e l’incertezza del futuro.