Se un anno fa mi avessero detto che saremmo arrivati a festeggiare un anno di vita del “ILDiarioonline” di Mogliano non ci avrei creduto, perché nonostante l’entusiasmo si era coscienti (almeno io lo ero) che c’eravamo imbarcati in un’impresa impegnativa.

Di fatto, parafrasando una canzone di Paoli “eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo”; ma i quattro amici della canzone erano giovani, cosa che non si può dire dei quattro-cinque (come direbbe Flavio “diversamente giovani”) che nella primavera del 2020 decidevano di dar vita a questa avventura (avendo superato i 60 anni ognuno di noi).

Inoltre, con l’età man mano arrivano gli acciacchi e quasi ognuno di noi ha dovuto fare la revisione e il tagliando, ma parafrasando Vasco Rossi “siamo ancora qua”.

E di quei quattro amici forse non abbiamo la presunzione di cambiare il mondo, ma sicuramente cerchiamo di renderlo, a partire dal linguaggio e dalla scelta dei contenuti, più gentile e meno distratto.

All’inizio l’obiettivo era riuscire pubblicare due tre articoli alla settimana, a firmare gli articoli eravamo in 6-7; le collaborazioni sono cresciute sia a livello quantitativo che qualitativo. Siamo contenti, ma non siamo arrivati: in un periodo storico già complicato e che adesso si è complicato ancora di più; in questa situazione “ilDiarioonline” continuerà a mantenere viva la voglia di ragionare, coerenti con le nostre idee senza dover indossare l’elmetto.