Eva è un clown, una figura molto lontana dall’immagine della bella, bionda e ingenua alla quale l’iconografia classica della donna ci ha abituati, che si trova alle prese con la più grande scelta dell’umanità: accettare le regole o disubbidire.
Una trasgressione all’insegna della scoperta, di cui la mela è simbolo: morderla o non morderla? In un misto di consapevolezza e disincanto, Eva si chiede che cosa succederà dopo. Ne nascono innumerevoli spunti comici, tutti rivolti all’analisi del mondo femminile ai giorni nostri: donne umane nella loro imperfezione raccontano il coraggio di chi ogni giorno combatte per la propria felicità.

Da vedere, divertente, graffiante, ironico.