… un’esile piantina,

cresciuta in un’arida pietraia,

ostinata e tenace,

attaccata alla vita più che alle radici,

offre al vento il suo unico fiore,

e quello, gentile, lo carezza.

 

 

… un cucciolo randagio,

nato per strada,

educato da fame e paura,

diffidente per sopravvivere,

incontra una mano buona,

un boccone, una tenerezza.

 

 

… un sorriso entra negli occhi tristi,

buca il ghiaccio,

scalda il cuore,

conforta l’anima,

raggiunge il bimbo dentro di noi

e riaffiora sul viso.