6 December, 2021
Home / Scuola  / La scuola che vorrei – Ci presentiamo

La scuola che vorrei – Ci presentiamo

Domenica 28/11 e lunedì 29/11 si terranno le elezioni per il rinnovo dei membri partecipanti al consiglio di istituto

Domenica 28/11 e lunedì 29/11 si terranno le elezioni per il rinnovo dei membri partecipanti al consiglio di istituto. Invitiamo tutti i genitori ad andare a votare e a scegliere il proprio rappresentante in consiglio. Avere o meno un rappresentante, fa la differenza, specie in un momento storico come questo dove è emerso chiaramente quanto la scuola sia fondamentale per le nostre ragazze ed i nostri ragazzi e quanto soprattutto non sia scontata.

Noi della lista “La Scuola che vorrei” ci candidiamo alle prossime elezioni perché vogliamo contribuire a costruire una scuola di valore e così abbiamo deciso di presentarci, di raccontare chi siamo e perché ci mettiamo in gioco.

 

Mi chiamo Irene Scattolin, ho 35 anni e sono mamma di un bimbo che frequenta il primo anno della scuola dell’Infanzia Montessori. Ho una formazione in ambito educativo e ho lavorato per anni come educatrice e psicomotoricista, anche se ora mi occupo con soddisfazione d’altro. Ho frequentato la primaria Vespucci negli anni novanta. Era, e mi dicono lo sia ancora, una scuola all’avanguardia.

Avevo la netta sensazione di avere il privilegio di far parte di qualcosa di speciale. Alle medie “Rossi” non andò diversamente.

La scuola è un luogo prezioso, ho deciso di candidarmi alle prossime elezioni degli organi collegiali perché voglio contribuire affinché i nostri figli possano vivere esperienze positive così come lo sono state le mie, e affinché si mettano in atto tutti gli strumenti possibili per formare cittadini responsabili, motivati, appassionati, sostenendo le famiglie nel percorso di crescita, così difficile e affascinante.

 

Mi chiamo Romano Selva e sono il papà di due bambini che frequentano la scuola primaria Dante e Olme. Sono un libero professionista e mi occupo di energia e sostenibilità. La scuola rappresenta la palestra di vita, di libertà e democrazia più importante di una comunità. Voglio dare il mio contributo perché lo sia davvero.

 

Sono Pierpaola Pacquola, sono un’insegnante e mi occupo di Musica. Sono mamma di due ragazze che frequentano la scuola primaria Olme e la secondaria di primo grado Margherita Hack. Da nove anni faccio parte del Consiglio di Istituto del comprensivo Mandela con diversi incarichi. Ho deciso di candidarmi alle elezioni per il rinnovo del prossimo triennio del consiglio di Istituto perchè desidero continuare a mettere a disposizione il mio tempo, la mia energia e l’esperienza acquisita in questi anni a disposizione della Scuola. Sono profondamente convinta del valore educativo e sociale della Scuola inclusiva, democratica ed accogliente. Credo fortemente nell ‘importanza della partecipazione dei genitori in Consiglio a sostegno dei Progetti ed in rappresentanza delle istanze delle famiglie in un tempo così complesso come quello in cui stiamo vivendo.

 

Sono Emanuela Russo, moglie, mamma e psicologa-psicoterapeuta nell’ambito sanitario. Il mio percorso personale e professionale mi ha fatto comprendere che ogni individuo ha dei talenti ed è importante coltivarli e metterli a disposizione. Penso anche che, parafrasando Michael Jordan, i talenti da soli non sono sufficienti: con il talento si possono vincere le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati! Per questo credo che un buon lavoro e armonia all’interno della propria squadra possano far crescere e arricchire i propri talenti, mettendoli così a disposizione di tutti! Questo è quello che mi ha spinto a ricandidarmi con la lista “La scuola che vorrei”!!!!

 

Mi chiamo Dominga Fragassi, mi occupo di comunicazione e marketing e sono mamma di due ragazze di 11 e 16 che frequentano e hanno frequentato la scuola Primaria Vespucci e Secondaria Hack. Da sei anni faccio parte del Consiglio di Istituto e negli ultimi tre anni ho anche assunto il ruolo di Presidente. Credo fortemente nel ruolo centrale della scuola nella vita delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi e sono fortemente convinta che sia necessario contribuire a preservarne il valore. In questi anni mi sono impegnata in diversi percorsi tra cui il RispettiAMOci messo a punto per cercare di arginare fenomeni di prevaricazioni riscontrati in tutte le scuole con sempre maggior frequenza ed in età sempre più precoce Gli ultimi due anni in consiglio sono stati particolarmente faticosi a causa della recente pandemia tutt’ora in corso. Contribuire al ritorno a scuola in presenza, permettere l’accesso a tutti gli strumenti necessari all’inclusione scolastica, agevolare la comunicazione scuola-famiglia, sono stati i miei impegni più importanti. Non da ultimo, collaborare a ripristinare le attività laboratoriali (musica d’insieme, laboratorio espressivo, progetti di plesso) che da sempre connotano il nostro istituto. Mi candido alle prossime elezioni perché credo nella partecipazione all’interno di una comunità e sono fortemente convinta che lo scambio ed il confronto possano generare valore.

Tutti noi ci candidiamo alle prossime elezioni del consiglio di Istituto perché siamo fortemente convinta che la scuola e la sua frequenza in presenza siano fondamentali per la crescita delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi. Contribuire a costruire una scuola inclusiva, accogliente, democratica, pubblica ed in ascolto è il nostro impegno più grande per questo triennio.